Ogni tanto occorre farlo, si, anche il campo saltuariamente deve prendere aria e quando si arieggia il terreno con le lavorazioni d’autunno, madre terra invia in nostro aiuto gli spazzini.
Infatti dopo pochi minuti dalla lavorazione, improvvisamente arrivano gli uccelli che con il oro becco fanno incetta di tutti quegli animaletti che la vanga del contadino ha portato in superfice.
Alcuni di questi chiaramente non sono parassiti ma loro malgrado diventeranno cibo per i piccoli di questi spazzini con le ali.
Tutti li, organizzati, senza rumore e prepotenza raccolgono cio che il campo dona loro, lasciando sullo stesso con la loro presenza, quei messaggi di cui abbisogna il nostro orto, incomprensibili ai più ma indispensabili a quelle painte che si nutrono anche dal cielo!